Applicazione in aggiornamento

Forum

📣 COVID-19/🩺 Cure

👀43 🗒 Le terapie col plasma Iperimmune " De Donno "

@stefano 📆21/08/2021🕐12:31:46  

cos'è il plasma iperimmune

il modo pi�semplice per spiegarlo: si tratta del sangue delle persone che hanno contratto il virus sars-cov-2 e sono guarite sviluppando gli anticorpi. il plasma viene trasferito agli individui che stanno combattendo il virus sfruttando le immunoglobuline neutralizzanti, vale a dire anticorpi che si legano all'agente patogeno in questione e lo neutralizzano. o almeno questo dovrebbe essere il processo che porta a considerare come valida la terapia anche con le complicanze respiratorie che compaiono quando si intercetta il covid-19.
come combatte il covid-19?

il plasma iperimmune è una delle strategie per combattere la pandemia da covid-19, e nello specifico per curare i malati attraverso la somministrazione di plasma di persone che hanno contratto il virus. in questo modo si pensa di trasferire anche gli anticorpi necessari.

nello specifico, le terapie che prevedono le cure con il plasma iperimmune vedono effettuare il prelievo delle immunoglobuline neutralizzanti, trattate in laboratorio, dei pazienti guariti, per poi trasferirle alle persone ancora interessate dalla malattia respiratoria covid-19. questa è la definizione semplificata del processo, ma ci sono alcuni parametri da valutare.

quali sono le caratteristiche dei donatori?
a researcher in her labphoto by luann hunt on unsplash

bisogna avere l'idoneità per donare il sangue legato alla cura del nuovo coronavirus. il primo requisito è quello di aver contratto il covid-19 con esito positivo al tampone.

inoltre il sangue deve essere adeguato allo scopo. come sottolinea il sito web www.centronazionalesangue.it ci sono una serie di passaggi da superare:

“prima della somministrazione il plasma iperimmune viene sottoposto a una serie di test di laboratorio, anche per quantificare i livelli di anticorpi “neutralizzanti” (il cosiddetto “titolo”), e a procedure volte a garantirne il pi�elevato livello di sicurezza”.

l'idoneità viene dettata dalla sicurezza: bisogna aver superato il covid-19 da pi�di 28 giorni con certificazione del tampone negativo. inoltre sono escluse dalla donazione le donne che hanno avuto una gravidanza anche non portata a termine. non è un caso punto.

l'esclusione delle donne che hanno avuto una gravidanza – anche non conclusa – è dato dallo sviluppo di anticorpi anti-hna o anti-hla che possono causare problemi nella trasfusione. al primo posto c'è sempre la sicurezza dell'individuo che riceve il plasma.

fonte https://www.sismed-it.com/covid-19-e-cure-al-plasma-iperimmune-riscontri-e-risultati/